Certificazione Medica

è OBBLIGATORIO il certificato medico per attività non agonistica rilasciato dal proprio medico di base o da un medico della medicina dello sport, della durata di un anno solare dalla data di emissione.

Nel dettaglio, il nuovo decreto legge in materia di “certificazione medica per attività sportiva non agonistica” – entrato in vigore l’8 settembre 2014 – specifica che tutti coloro che fanno attività sportiva non agonistica con società affiliate ad Enti di promozione sportiva (es. CSI) e/o a Federazioni sportive nazionali (es. FIDAL) e/o al Coni, hanno l’obbligo di presentare il certificato medico rilasciato dal proprio medico di base o da un medico della medicina dello sport della durata di un anno solare dalla data del rilascio. Per il rilascio del certificato, è necessario che venga consegnato al medico il referto dell’ultimo elettrocardiogramma basale (da riposo) effettuato nell’arco della vita, se entro i 59 anni, oppure fatto appositamente se compiuto già il 60° anno di vita. Il medico potrà richiedere ulteriori ed approfonditi accertamenti se lo ritiene opportuno prima del rilascio del certificato stesso.

Chi vuole approfondire l’argomento può leggere dettagliatamente le linee guida del Ministero della Salute (vedi link).

Quanto indicato sopra, rappresenta l’obbligatorietà di legge da cui non possiamo prescindere con nessuna eccezione, autocertificazioni o liberatorie comprese.

Considerato e preso atto di questo, e dopo aver valutato approfonditamente le caratteristiche delle singole attività che proponiamo come Imola Nordic Walking Val Santerno ASD, riteniamo che quanto richiesto dalla legge sia comunque riduttivo, in particolare per alcune nostre attività, come il “Camminiamo Insieme” e le uscite prolungate che richiedono un impegno personale ed uno sforzo fisico maggiore.

Un quadro completo effettivo del proprio stato di salute al fine di un impegno sportivo non agonistico come il Nordic Walking sarebbe costituito, a nostro avviso, dalle seguenti verifiche: visita medica, elettrocardiogramma da riposo e da sforzo e esame spirometrico.

Consapevoli che quanto indicato rappresenta una proposta non obbligatoria e solamente una valutazione medica più approfondita di libera scelta, ma da noi suggerita e preferita, abbiamo però ritenuto necessario e doveroso associare a questa richiesta una convenzione con uno studio medico di medicina sportiva locale che rilasciasse tale certificazione a fronte di un riconoscimento economico concordato e pattuito appositamente per la nostra ASD.

Ribadiamo che quest’ultima certificazione è facoltativa e rappresenta solamente una proposta da valutare personalmente tanto quanto la libertà lasciata ad ognuno di poter svolgere gli esami o la certificazione medica presso qualsiasi professionista prescelto.